Facoltà di Infermieristica

Essere infermiere oggi

Una professione articolata e complessa quella dell’infermiere. Ed in questo periodo emergenziale il ruolo di questa figura è emerso in tutti i suoi aspetti.

Per accedere a questa professione si può frequentare un corso universitario di laurea triennale. La formazione è strutturata tenendo conto della complessità dei pazienti assistiti e dell’evolversi dei trattamenti (sia in ospedale che a domicilio), nella prospettiva di rendere autonoma la persona presa in carico.

Le università possono introdurre nel proprio percorso didattico delle integrazioni, come nel caso attuale della pandemia da covid 19 fino a un terzo del programma nazionale.

Tali variazioni consistono nell’inserimento  di alcune tematiche all’interno dei vari settori scientifico-disciplinari, in rapporto alle esigenze sanitarie e di mercato di carattere locale e all’organizzazione dei curricula individuali.
Questa possibilità consente di avere curricula sempre più rispondenti alle esigenze e ai problemi locali e del Servizio sanitario Europeo.

Una presenza spesso silenziosa quella dell’infermiere, eppure determinante. L’infermiere partecipa all’identificazione dei bisogni di salute personali e collettivi formulando i relativi programmi assistenziali; pianifica, gestisce e valuta l’intervento assistenziale infermieristico; garantisce la corretta applicazione delle prescrizioni diagnostico-terapeutiche; agisce individualmente e in collaborazione con altri operatori sanitari e sociali, viene coadiuvato, ove necessario, dal del personale di supporto.

L’infermiere svolge la sua attività professionale in strutture sanitarie pubbliche o private, e nell’assistenza domiciliare, in regime di dipendenza o libero-professionale; contribuisce alla formazione del personale di supporto e concorre direttamente all’aggiornamento relativo allo specifico profilo professionale e alla ricerca.

Gli Infermieri che acquisiscono la laurea di primo livello, possono proseguire la formazione iscrivendosi a un corso di master di primo livello (o frequentando altre iniziative di formazione permanente).

Il riconoscimento del titolo di studio si ottiene ai  sensi  della Direttiva Europea 2005/36/CE e de D.L.  n. 206 del 9/11/2007. Successivamente ci si può iscrivere nel relativo albo professionale ed esercitare la professione di infermiere.

Il riconoscimento avviene in base ai requisiti minimi di formazione richiesti dalla Direttiva Europea.

prova

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy